NAZIONALE | Quest’Italia incomincia a funzionare davvero … !

I TALIA vs LIECHTENSTEIN

( Stadio Tardini di Parma )

Risultato finale : 6 – 0

NAZIONALE D’ITALIA CONTINUA LA FESTA:

Dopo il 2 – 0 di Udine ( lo Stadio vero e proprio gioiello imbandito ad hoc per l’occasione,impareggiabile rispetto a altri Stadi…).- con gol segnati da due giovani tali Barella e Kean, stasera al Tardini di Parma l’Italia è stata impegnata contro una squadra modestissima anche se cresciuta trispetto alle precorse partite,basta dire che il Liechtenstein non ha un Campionato vero e proprio di serie A ma se non erriamo ha una sola squadra importante e all’interno si giocano solo la Coppa interna,mentre i migliori giocatori sono impegnati all’estero.

In questa partita mancava Barella e alcuni giocatori presenti a Udine sostituiti da Mancini come segue : Sirigu, Mancini, Bonucci ( al 34’ st.sost.Izzo), Romagnoli, Spinazzola autore di gran gioco e movimento,Sensi grande sorpresa, Jorginho (non ha brillato al 12’ st sost.Zaniolo), Verratti a differenza di Udine in crescita, Politano gran lavoratore, Quagliarella (applauditissimo e amato ovunque come e più a Udine sua ex sq… rimasto nei ricordi e negli annali dell’Udinese così come con Toto’ Di Natale al quale fatto esemprio i precedenti Campioni dei migliori anni, al 27’st.sost.Pavoletti) a Parma Titolare come merita autore di due reti entrambe su rigore per falli in area degli avversari. Italia 4-3-3.- (CT. Mancini ) ( record di Quagliarella che a 36 anni e forse oltre, ha segnato due gol sia pur su rigore centrati alla perfezione malgrado la bravura del portiere avversario spiazzato su entrambi,specialmente il secondo una vera bomba per velocità e potenza…il marcatore più anziano di sempre in Nazionale maggiore…) In serie A Quagliarella passata la “burrasca” che lo aveva interessato, storia ora finita bene per lui, con la condanna del reo, il giocatore con la coscienza libera e pulita si è come fosse redento e rinato… libero dentro….-E’ da record.

Gli avversari: formazione:

Leicht.: 4-4-2 : Buchel- Wolfinger, Kalifmann, Hofer, Goppel, Sele ( 1’ sot.Malin), Polverino,Wieser, Kuine(23’ sot.Meier) Salinovic(37’ sost. Da Buchel), Hasler,ct.Kolvidsson.

La partita con impronta data dall’allenatore o CT Mancini per l’Italia, era in fase sperimentale invece si è trasformata secondo alcuni in una apoteosi… . Ora il calore verso la Nazionale ricomposta da Mancini c’è tutto e ovunque.

L’unico gravissimo (per noi) disguido per non aggravare il tutto si è avuto a Udine a causa di ordini forse impartiti dalla Lega.Si sa che in Friuli Regione libera e con Autonomia Speciale la lingua (non dialetto) friulana e la bandiera con il famoso rapace in figura è il simbolo della Regione,bene il simbiolo Regionale bandito dalla Lega in Friuli?…. Se vero è scandaloso,come se il Friuli vietasse l’uso della Bandiera Nazionale,specie oggi che lo Stato…???…. . Unico episodio che hga rabbuiato un evento che si è rivelato grandioso anche grazie atgli spalti e alla nostra gente come ribadito anche dall’immagine dell’Italia a fine partita “GRAZIE FRIULI E FRIULANI” commosso. Un fatto come quello descritto non si era mai verificato,nessuno aveva sequestrato o fatto buttare i simboli sacri del Friuli.

Ritornando a Parma: la partita si è rivelata una sorta di apoteosi o poco ci manca. Cresciuta rispetto anche a Udine anche se la Finlandia era ben altra formazione rispetto al piccolo Liechtenstein.

Bene il risultato aggiungiamo noi di 6 -0, ma non dimentichiamoci dello spessore avuto dall’Italia prima della crisi a livello mondiale e lo spessore del modestissimo seppur bravo Liechtenstein, ciò per dire che il troppo entusiasmo potrebbe dare alla testa,meglio tenere i piredi per terra come si dice, le difficoltà vere debbono arrivare e peggio che peggio a salire,già da Giugno contro Grecia e altra squadra paritetica, mse si vuole arrivare all’Europeo di Francia 2020, l’Italia in nome del suo passato deve poterselo permettere e non solo,ma vincere l’Europeo. Se questo potesse accadere dovremmo dire basta mercato di Club all’Estero,prepariamo i nostri ragazzi. Non solo moneta ma Valori che nel prossimo futuro dovranno ritornare anche in Vaticano con altri Papi veri e la conversione di tutti i preti di oggi Vescovi e Cardinali inclusi,metà dei quali… .

Partita al Tardini bella a vedersi anche se non spettacolare per quanto detto sopra. Gioco tecnico da parte dei giovani in crescendo e gran classe inclusi i Verratti, Spinazzola, e tutta la squadra inclusa fino all’amatissimo Quagliarella.

Bene il risultati da pallottolieri come già accaduto in precedenza contro la stessa formazione battuta per 5-0 e non solo… . Bene Mancini: “Bella prestazione,mantenendosi cauto a ragione…” . Verratti “C’è un bel clima…”.Questo accade però se le cose funzionano. Diremo noi.-

Sequenza reti, apre alla grande al 17’ Sensi (giovane come Barella e Kean a Udine…), sul gol di Sensi nel suo modo più classico, di testa, grande per questa giocata l’assist di Spinazzola per Sensi,

Al 35’ e al 45’ due falli in area avversaria econ assegnati due calci di rigore entrambi concessi al tiro di Quagliarella, magistrale e impareggiabile anche per la classe e la bellezza della rincorsa e del tiro. Finisce il primo tempo:

Ripresa per il 2° tempo: gol al 20’ di uno splendido per il gioco Kean, ragazzo di gran bravura classe e spessore atletico,molto impegnato pure a Udine. Al 31’ il nuovo entrato Pavoletti bravo pure lui in rete per il 6-0.-

Malgrado la modestia degli avversari seppur bravi,da tenere in debito conto che pure loro hanno entusiasmato ma non sono stati molto fortunati nel fare gol cosa che a ben vedere però hanno sfiorato e se fossero riusciti anche per una sola rete che figuraccia per l’Italia. Questi i fatti che contano.

Ora passata la “burrasca” Nazionale a Udine avremo il Genoa,va detto che vogliamo una Udinese alla pari con la Nazionale che ha entusiasmato lo Stadio in modo che i tifosi ora ti seguiranno CARA UDINESE,diversamente sarà molto difficile.Attenta al Genoa squadra unica nel battere la Juve anche se va detto che quest’ultima era impegnata su più fronti.Quindi cara Udinese la partita sarà dura ma tu devi giocare con tutto l’entusiasmo possibile a far tuoi i tre punti,altrimenti non ci siamo. AUGURONI.CONTIAMO SU DI TE IN QUANTO SQUADRA, SULLA SOCIETA’ E SUI TIFOSI capaci di gran calore se le cose funzionano o di grandi condanne caso contrario.